EVENTI GRATUITI

**INSERIRE EVENTO**

**DATA EVENTO**

**INSERIRE EVENTO**

**DATA EVENTO**

**INSERIRE EVENTO**

**DATA EVENTO**

COME FUNZIONA EOP

TESTIMONIANZE

Nel metodo EOP, dove si insegnano gli esercizi funzionali, è chiaro che prima si interviene, intercettando l'elasticità biologica del giovane paziente (8-13 anni) meglio è., ma questa non è una condizione discriminatoria, in quanto si può fare anche in età adulta.

Non bisogna quindi preoccuparsi dei vari disordini occlusali che ci sono in tenera età (affollamento dentale, retrazione mandibolare o protrusione del mascellare superiore, o chiusura non idonea della parte superiore con quella inferiore ecc..) perchè tutti questi disordini possono essere migliorati. Inoltre si migliora parallelamente alla funzione della bocca, anche le altre parafunzioni: respirazione nasale e deglutizione.

**INSERIRE TESTO**

**INSERIRE TESTO**

**INSERIRE TESTO**

CHE RISULTATI MI POSSO ASPETTARE

L'Associazione EOP Institute è lieta di collaborare ogni giorno con un numero SEMPRE PIU' ampio di professionisti. Scopri i tanti campi di applicazione di questo metodo

Il metodo EOP si basa sulla stimolazione funzionale di tre principi fondamentali:

1 respirazione nasale

2 giusta deglutizione con posizione corretta della lingua

3 masticazione con avvenuto bilanciamento occlusale

 

Considerando la bocca come uno spazio tridimensionale, soltanto allargando questo spazio aumenta il volume nelle tre dimensioni: larghezza, lunghezza, altezza. Un apporto importante è dato dalla lingua e dalla sua catena linguale.

Pensate all'azione motrice che ha la lingua sul palato quando spinge allo spot nella deglutizione espandendolo (questo avviene 3500 volte al giorno) questo  si riflette anche sull'espansione delle ali sfenoidali ad esso collegate nel mascellare superiore.

Se questa espansione avviene, ci sarà un disegno di arcata diverso, con un conseguente allineamento naturale dei denti. Questo avverrà non solo nel mascellare superiore ma anche inferiormente, nella mandibola.

Il cambiamento della posizione dei denti nello spazio bocca, garantirà una miglior distribuzione del carico masticatorio, migliorando sia l'igiene che la masticazione stessa e in ultimo anche l'estetica.

Dalla parte prettamente odontoiatrica resterà fuori la respirazione nasale che è altresì importante, in quanto l'espansione del palato allarga anche il calibro delle fosse nasali e orofaringee.

La respirazione nasale, facilitata da questa espansione migliorerà le ostruzioni sia meccaniche che infiammatorie grazie ad esercizi funzionali e non  permetterà più la respirazione orale. Ci sarà così più apporto di ossigeno verso il cervello: migliorerà la qualità del sonno, migliorerà il russamento, miglioreranno le apnee notturne e anche i ronzii ed acufeni.

 

Tutto questo processo di espansione dello spazio bocca, oltre che agli esercizi, avviene grazie a dispositivi morbidi, elastici, atraumatici e biocclusali (cioè l'arcata superiore e quella inferiore sono contenuti in binari dello stesso dispositivo). Questi dispositivi, non permettendo il contatto dei denti, facilitano la migrazione e l'allineamento dei denti.